Nulla di fatto all’U.P.G.S.P. L’albero buono si vede dai suoi frutti!

I tanti appelli di questa O.S. non sono stati minimamente presi in considerazione. Una volta per problemi organizzativi, una volta per il periodo estivo, che però non ha fermato i trasferimenti interni che hanno a loro volta indebolito la struttura operativa delle volanti. Ci siamo accorti che oltre alla distribuzione dell’uniforme operativa, il vertice della Questura non ha fatto nulla per migliorare l’operatività del settore.

Nonostante le promesse, i problemi permangono:

 Nessun locale per il personale delle Volanti che di volta in volta deve elemosinare stanze e computer per redigere atti. Nelle circostanze in cui vi sono fermati o arrestati, non si sa dove accoglierli. Spesso vengono fatti accomodare nella sala d’attesa dell’ufficio denunce con altri cittadini lì presenti per una semplice denuncia di smarrimento oppure insieme a decine di persone straniere che affollano la sala in attesa degli operatori della Scientifica.

 L’annoso problema dei Sovrintendenti delle volanti che oramai fanno di tutto. Dal capo pattuglia della propria volante a capo turno dell’interno settore, al ricettore di denunce, o ancor meglio, compilatore del tanto desiderato mattinale, e quando si raschia il barile, il Sovrintendente più giovane fa da autista a quello più anziano.

 Operatori di volante distolti per piantonare arrestati o fermati di altri uffici o per fare sostituzioni ai corpi di guardia della Caserma Piave, Questura o Prefettura.

Ma non è finita qui! Sempre negli ultimi incontri, abbiamo chiesto espressamente degli armadi idonei per la conservazione dei reperti.

Risultato? NESSUNO.

Gli operatori dell’U.P.G.S.P. sono costretti a lasciarsi in consegna portafogli e in alcuni casi anche sostanze stupefacenti, lasciando tutto in uno degli uffici più frequentati della Questura “l’ufficio denunce”, e non in una cassaforte o armadio, ma addirittura in una vaschetta contenitore per carta.

Ci chiediamo cosa può accadere se i conti non tornano? Se qualcosa sparisce? Chi ne risponde e come?

Se poi vogliamo spostare l’attenzione sulle armi sequestrate, anche qui stesso problema. NON ESISTE un armadio idoneo per la conservazione delle stesse.

Infine è stato chiesto un esplicito intervento sull’annoso problema degli incidenti stradali.

Risposta? Incrementati gli incontri di settore presso la Sezione Polizia Stradale di Siena con la convinzione che questo possa risolvere i problemi. Non è così, e il Questore lo sa bene, che si forma un operatore di Polizia Stradale.

Sempre questa O.S. chiese di alleggerire gli interventi su incidenti stradali soprattutto quando vi è una sola Volante che opera nel controllo del territorio.

Risposta? NESSUNA.